Skip to content
Superheroweb: La tienda online de los superheroes

I più popolari villain di Marvel e Dc 2021

Villain di Marvel

Lista dei villain Marvel e DC più cercati online.

Con tutti i film di supereroi che abbiamo avuto negli ultimi anni hanno fatto crescere in popolarità i loro villain rivali. E ora vi mostrerò i più popolari cattivi Marvel e cattivi DC online.

Credo che con i prossimi film in uscita questa popolarità possa cambiare.

Qui avete i nomi dei più popolari villain di Marvel e DC.

1. Joker

joker

9.140.000 ricerche online

Il Joker è di gran lunga il supercattivo più popolare online.

Fu creato nel 1940 dall’illustratore Bob Kane e dallo scrittore Bill Finger; anche il suo collaboratore Jerry Robinson si prese il merito dell’ispirazione del personaggio. Le prime storie lo ritraevano (dopo l’incidente) come uno psicopatico omicida, ma a metà degli anni ’50 era diventato un ladro i cui crimini erano anche gag. Negli anni ’60 il personaggio è diventato camp in una parodia della serie TV Batman.

Negli anni 1970, lo scrittore Denny O’Neil e l’artista Neal Adams rivitalizzarono l’immagine del Joker, trasformandolo ancora una volta in un malvagio e minaccioso assassino. La storia di Alan Moore e Brian Bolland del 1988 The Killing Joke ha rivisitato e complicato la sua origine, suggerendo alla fine che potrebbe non solo mentire sul suo passato ma che lui stesso non ne è sicuro. Le storie di quest’epoca si concentravano sulla follia del Joker ed esploravano la sua relazione con Batman, suggerendo che i due erano ugualmente pazzi ma incanalavano le loro energie in direzioni opposte.

Le interpretazioni dell’apparizione del Joker in altri media includono quella di Cesar Romero nella serie TV Batman, quella di Jack Nicholson nel film Batman di Tim Burton e quella di Mark Hamill in Batman: The Animated Series, in altri spettacoli del DC Animated Universe e nei giochi Arkham di Rocksteady. Interpretato da Nicholson, il Joker è al 45° posto nella lista dell’American Film Institute dei 50 più grandi cattivi di tutti i tempi.

Nel film del 2008 Il cavaliere oscuro il ruolo è stato interpretato da Heath Ledger, che ha vinto un Oscar postumo per la sua interpretazione. Cameron Monaghan ha interpretato variazioni del personaggio nella serie TV Gotham, mentre Joaquin Phoenix ha interpretato il ruolo nel film Joker del 2019, che si concentra sul dare al personaggio una storia di origine.

Poteri e abilità di Joker:

Il Joker commette crimini con innumerevoli armi “comiche” (come carte da gioco affilate, fiori acidi, torte al cianuro e cicalini elettrici letali) e il Joker Venom, chiamato anche “Happy Gas” dal Joker, un veleno mortale che infetta le sue vittime con un macabro ghigno rictus mentre muoiono ridendo in modo incontrollato. Questo veleno si presenta in molte forme, dal gas ai dardi al veleno liquido, ed è stato il suo principale biglietto da visita dalla sua prima apparizione ad oggi; è immune ad esso. Ha persino creato la sua cintura multiuso per contenere tutte le sue armi.

Joker è anche molto abile nel campo della chimica, della genetica e dell’ingegneria nucleare. In una miniserie con Tim Drake, il terzo Robin, rapisce un genio del computer, ammettendo di non saperne molto di computer. Nei numeri futuri, viene mostrato come sia ben esperto di computer, il che presumibilmente significa che ha fatto delle ricerche sull’argomento.

Joker è veloce e agile ma meno forte di Batman. Un’altra sua abilità sono le arti marziali.

Ma secondo me la cosa che spicca del Joker è una mente astuta e la capacità di manipolare.

2. Thanos

thanos

6.100.000

Thanos è stato uno dei cattivi più importanti del Marvel Universe per decenni, ma è solo la sua apparizione nel Marvel Cinematic Universe che lo ha reso parte della cultura pop contemporanea. Fin dal suo debutto sul grande schermo in The Avengers, la gente si è chiesta quale fosse la portata dei suoi poteri.

Ora che abbiamo visto tutto a partire da Avengers: Endgame, ha senso classificare i poteri che gli abbiamo visto mostrare nei film, insieme a quelli che ha sempre avuto nei fumetti. Per questa lista, abbiamo considerato i poteri dell’Infinity Gauntlet come parte dei poteri di Thanos, poiché queste pietre sono potenti solo quanto chi le comanda. Ecco tutti i poteri di Thanos, classificati.

Lo scatto

Senza dubbio lo Snap di Thanos dovrebbe essere considerato il più grande potere che mi piace. Dal momento che con lo scatto ha raggiunto l’annientamento di metà dell’universo al momento che questo supercattivo attivato il suo Infinity Gauntlet per essere riuscito a raccogliere tutte le gemme dell’infinito.

Manipolazione del tempo

Abbiamo visto Thanos usare questo potere solo una volta in Avengers: Infinity War, e questo perché il controllo del tempo è il più potente possibile. Pensaci, Thanos può impedire a chiunque di fargli qualcosa. Tutto quello che deve fare è comandare a questa pietra di prestargli attenzione, e il tempo è di Thanos da conquistare.

Può viaggiare in qualsiasi linea temporale che vuole; può trasformare chiunque da adulto in bambino; infine, può far cadere chiunque in un loop continuo senza speranza di fuga.

Essere in grado di controllare il tempo è la più grande arma che si possa avere, e Thanos è infinitamente potente con questo nel suo arsenale.

Distorsione della realtà

Di nuovo, dato che Thanos non ha usato questo potere alla sua piena utilità, cade appena sotto il punto più alto. L’idea di cambiare la realtà come si vuole è una vittoria facile, e Thanos potrebbe farlo con la pietra in suo potere.

Potrebbe gettare una persona in una proiezione della vita reale, senza che questa persona sappia che la realtà è falsa. Poteva trasformare la materia in qualsiasi cosa volesse, che fosse un’arma o semplicemente trasformare le montagne in cenere. Con tali poteri di deformazione, non ci potrebbero essere limiti a Thanos nell’universo.

Teletrasporto

La rimozione del campo di battaglia generalmente batte qualsiasi altro potere fisico. Dopo tutto, se puoi lanciare qualcuno dove vuoi senza comprometterlo, allora questo è tutto ciò di cui hai bisogno in un combattimento, giusto? Con la Pietra dello Spazio, Thanos può viaggiare istantaneamente ovunque voglia.

Nei fumetti, ha viaggiato fino a Lady Death. Non c’è nessun posto dove puoi nasconderti da lui se conosce la tua posizione, dato che la Pietra Spaziale ci manderà Thanos in un batter d’occhio. Inoltre, i poteri della pietra permettono a Thanos di comprimere dolorosamente tutto ciò che vuole, schiacciando letteralmente i suoi nemici. Se la pietra non è disponibile, Thanos può sempre ripiegare sulla sua sedia da trasporto.

Telepatia/Telecinesi

Nonostante possieda questo potere, Thanos non sembra volerlo usare molto. Ma il fatto è che un telepate può ancora friggere il suo cervello, rendendolo una delle caratteristiche più potenti che ha. La telecinesi di Thanos si è manifestata principalmente a causa della trama, anche se è stato visto spingere un araldo di Galactus con facilità.

Con la Pietra della Mente, il controllo di Thanos sulle menti degli altri esseri è strabiliante. Il MCU molto probabilmente non ha fatto usare a Thanos i suoi poteri telepatici con la Pietra della Mente, perché gli avrebbe garantito una facile vittoria.

Esplosioni di energia

Come la Pietra dell’Anima, anche la Pietra del Potere è stata usata in modo incoerente da Thanos. Da un lato, è stato dimostrato che può distruggere lune e pianeti con il suo incredibile potere, solo per non essere in grado di danneggiare esseri normali come Iron Man con esplosioni complete.

Tuttavia, non scontiamo ciò che la Pietra del Potere concede a Thanos, poiché ha il potenziale di decimare mondi come Xandar con questa Gemma dell’Infinito. In Avengers: Endgame, abbiamo visto Thanos usare la pietra nella sua cruda potenza per battere Capitan Marvel indefinitamente lontano dalla battaglia. È la riluttanza di Thanos stesso a usare la pietra a piena potenza che lo rende abbastanza inferiore.

Rilevamento e controllo dell’anima

Il vero potere della Pietra dell’Anima è ancora più incredibile di quello che abbiamo visto, ma Thanos non ha mostrato un controllo completo su di essa. Tuttavia, la pietra supera qualsiasi potere innato che può avere, dando a Thanos il dominio sui morti.

Questo significa che può comandare eserciti di anime morte e attaccare i suoi nemici. Inoltre, Thanos ha accesso al mondo delle anime, dove può fuggire. In Avengers: Infinity War, lo abbiamo visto rilevare l’anima del Doctor Strange quando quest’ultimo lo ha quasi sconfitto, usando la pietra per attaccare il vero Strange e sconfiggerlo.

Super Durevolezza

È un potere superiore alla forza, dato che la durata di Thanos gli ha permesso di sopravvivere ai più grandi e ai più duri. In una storia in cui il Titano Pazzo ha attaccato Galactus, Galactus ha risposto con un potente attacco contro Thanos, che è sopravvissuto solo grazie alla sua durata.

La durezza esteriore di Thanos gli permette di sfuggire a situazioni in cui sarebbe dovuto morire, come quando Scarlet Witch lo ha fatto schiacciare alla fine di Avengers: Endgame, ma la resistenza di Thanos gli ha salvato la vita. Essere attaccati dagli incredibili poteri di Thor normalmente spazzerebbe via la maggior parte dei nemici, ma Thanos era in grado di scrollarsi di dosso tali attacchi

Super forza

La super forza di Thanos è tale che è stato in grado di sconfiggere esseri che controllano la magia. Lo abbiamo visto in occasioni in cui Doctor Strange ha cercato di evocare armi per combattere Thanos, solo che Thanos è stato in grado di distruggere queste cose a causa della sua immensa forza.

Il suo più grande uso della super forza è stato quello di essere in grado di sconfiggere gli Uomini di Ferro, Thor e Hulk. Dato che Thanos è vecchio di secoli, la sua super forza è amplificata grazie alla sua vasta conoscenza degli stili di combattimento, rendendo irrilevanti gli attacchi di Thor e Hulk. Tuttavia, esseri con una magia incredibile o una super forza maggiore sono stati in grado di contrastare la forza di Thanos.

Immortalità

Thanos non ha bisogno di cibo per sopravvivere (nonostante quello che la scena della preparazione della zuppa di Avengers: Endgame potrebbe dirvi), è funzionalmente immortale nel senso che può vivere per secoli a meno che qualcuno non gli faccia del male.

È immune alle malattie, ai problemi di resistenza e alla maggior parte delle tossine. Avere l’immortalità ha portato il genio di Thanos ad espandersi esponenzialmente, poiché è in grado di conservare la maggior parte dei suoi ricordi passati. L’aspetto negativo, tuttavia, è che può essere potenzialmente sigillato, con la sua immortalità che diventa un problema.

3. Harley Quinn

Harley Quinn

4.090.000

Harley Quinn è il supercattivo più popolare online. In gran parte questa supercattiva donna ha aumentato la sua popolarità grazie ai suoi ultimi film. Grazie a loro Harley Quinn ha superato la maggior parte dei supereroi femminili in popolarità.

Negli ultimi due decenni e mezzo, il fascino di Harley Quinn ha reso impossibile per l’amabile maniaca rimanere entro gli stretti confini della sua concezione. Non è mai stata pensata per essere più di una semplice spalla del Joker in un cartone animato, ma dalla sua introduzione, si è evoluta in uno dei più grandi attori sia per la DC Comics che per la Warner Bros. sul grande e piccolo schermo e nei fumetti. Quindi, se sei un nuovo arrivato nella banda di Harley e vuoi sapere di più sul suo strano e unico percorso, continua a leggere per conoscere la storia oscura di Harley Quinn.

Harley Quinn fa parte di una breve lista di importanti personaggi dei fumetti che non sono stati adattati dalla pagina allo schermo, ma il contrario. Il personaggio è apparso per la prima volta in “The Joker’s Favor”, un episodio del 1992 di Batman: The Animated Series. E per tutto lo show, ha fatto apparizioni regolari come una chioccia ossessionata dal Joker, che chiaramente non ricambia i suoi sentimenti.

Paul Dini – uno scrittore di Batman: The Animated Series che da allora ha scritto molti altri media legati a Batman – ha concepito Harley Quinn mentre guardava la sua vecchia amica di college Arleen Sorkin in Days of Our Lives. Sorkin si è vestito da buffone in una sequenza di sogno per la soap opera, e la scena ha ispirato Dini non solo a creare la ragazza contorta del Joker, ma ad assumere Sorkin per doppiarla.

Sorkin ha continuato a interpretare Quinn in numerosi progetti nei decenni successivi, più recentemente per il gioco di ruolo online DC Universe Online, e ha detto alla rivista Starlog che vede Quinn come qualcuno che “vuole essere una brava ragazza, ma è molto più lei che è una cattiva ragazza”.

Sette anni dopo il suo debutto televisivo, Harley Quinn entrò ufficialmente a far parte dell’Universo DC Comics in Batman 1999: Harley Quinn #1. Certo, Quinn è apparsa nei fumetti scritti prima del 1999, il più memorabile nello speciale di 64 pagine del 1994 Batman’s Adventures: Mad Love, che ha stabilito l’origine di Harley come ex dottore del Joker all’Arkham Asylum che diventa ossessionato dal suo paziente omicida. Ma quei fumetti erano collegati al mondo della serie animata, e non facevano parte della più ampia narrativa DC Comics.

La prima apparizione canonica di Harley in DC Comics fu parte dell’evento No Man’s Land del 1999, in cui Gotham City viene abbandonata dal governo degli Stati Uniti dopo essere stata quasi distrutta da un forte terremoto.

Come la sua controparte Mad Love, anche questa Harley è la dottoressa del Joker che si innamora di lui alla grande. Lei lo aiuta a fuggire dal manicomio di Arkham, viene catturata e viene immediatamente internata.

Quando gli eventi di No Man’s Land svuotano il manicomio, Quinn viene liberata, trova il suo costume da giullare in un negozio di costumi abbandonato e cerca il suo “pudding”. Harley è fedele come sempre, affrontando il Pinguino e i suoi scagnozzi per il Joker e poi andando uno contro uno con Batman in modo che il Joker possa fuggire. La ricompensa di Joker consiste nell’ingannarla e farla salire su un razzo che lui fa schiantare da lontano. Harley sopravvive e Poison Ivy la trova e la cura per farla tornare in salute.

Il primo (ma non l’ultimo) fumetto di Harley Quinn è uscito alla fine del 2000. Nel primo numero, Harley è ancora sotto l’incantesimo del Joker nonostante gli abusi che ha subito. Dopo tutto, la relazione tra Quinn e il Joker è incredibilmente complicata.

Ma alla fine, con l’aiuto di Poison Ivy, Harley riesce a vedere abbastanza del vero Joker per ribellarsi a lui e ai suoi tirapiedi. La loro rinnovata “relazione” finisce con Harley che getta il Clown Principe del Crimine contro un cartellone al neon.

La serie si è conclusa con Harley Quinn #38 del 2004, una storia che ha lasciato il suo eroe con un destino triste, se non prevedibile. Dopo tutto, i compiti di scrittura passarono da Karl Kesel a A.J. Lieberman con Harley Quinn #26 del 2003, e il titolo divenne notevolmente più scuro sotto la cura di Lieberman.

Il numero finale termina con Harley che decide che il suo posto è “casa”. La penultima pagina mostra Harley, sotto la pioggia battente, che bussa alle porte dell’Arkham Asylum. Nel pannello finale dell’ultima pagina, il volto di Quinn si illumina di un sorriso mentre viene condotta nella sua cella.

Nel 2009, Harley Quinn si è fatta degli amici. Quell’anno ha visto il debutto di Gotham City Sirens #1, in cui Harley fa squadra con le altre antieroine Catwoman e Poison Ivy.

Tutto inizia quando Ivy salva Catwoman da un aspirante supercattivo di nome Bonebreaker e invita Selina nella sua nuova casa, l’appartamento dell’Enigmista, che Ivy ha reso catatonico con le sue abilità di controllo della mente. E poi Harley si presenta poco dopo, annunciando che si trasferisce.

È chiaro che anche ora, dopo anni di abusi e tentativi di omicidio, Harley è ancora ossessionata dal Joker. Poco dopo l’arrivo nella nuova casa di Ivy, Harley insiste che ha chiuso con “Mr. J”, e pochi secondi dopo, chiede eccitata se è stato chiamato. Alla fine del numero, i tre hanno accettato di unire le forze, ma lasciano l’appartamento dell’Enigmista per un rifugio per animali abbandonato. 

Gotham Sirens sarebbe durata solo 26 numeri, chiudendo nel 2011. Ma almeno è stato un passo importante nell’evoluzione di Harley Quinn, poiché è stata la prima volta che è apparsa in una serie in coppia con altre protagoniste femminili, qualcosa che avremmo rivisto in Birds of Prey del 2020.

Nel 2016, Harley Quinn ha finalmente raggiunto il grande schermo in un film live-action, brandendo una mazza da baseball e indossando pantaloncini molto corti in Suicide Squad di David Ayer.

E naturalmente, la stella nascente Margot Robbie è stata scelta per il ruolo della scatenata Quinn dopo aver impressionato critica e pubblico con la sua interpretazione di Naomi Lapaglia in The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese. E in mezzo a un cast che includeva la superstar Will Smith come Deadshot, Viola Davis come Amanda Waller e Jared Leto come Joker, la versione di Robbie di Harley era un’attrazione.

Nel febbraio 2020, abbiamo avuto la possibilità di vedere Margot Robbie riprendere il ruolo di Harley in Birds of Prey (e la Fantabulous Emancipation of a Harley Quinn).

Il film si svolge dopo una brutta rottura tra Harley e il Joker, e come la serie animata DC Universe Harley Quinn, la nostra eroina è ora alla ricerca di trovare la propria strada nel mondo senza essere all’ombra del Clown Principe del Crimine.

È affiancata da diversi pilastri della mitologia DC, tra cui Jurnee Smollett-Bell come Black Canary, Mary Elizabeth Winstead come Huntress, Rosie Perez come l’ex poliziotta di Gotham Renee Montoya, ed Ella Jay Basco come Cassandra Cain. Il Joker non appare nel film, e invece, Harley e i suoi nuovi alleati affrontano Ewan McGregor nel ruolo del signore del crimine Black Mask.

Poteri e abilità di Harley Quinn

Ha una forza e un’agilità sovrumane

È uno dei personaggi DC più intelligenti.

Eccellente combattente nel corpo a corpo.

4. Venom

Venom

2.240.000

L’Eddie Brock di Tom Hardy, l’ospite umano del simbionte alieno conosciuto come Venom, è la seconda rappresentazione per il grande schermo dell’inquietante personaggio senza peli sulla lingua e, praticamente di default, un miglioramento rispetto al primo. La storia non è stata gentile con la performance di Topher Grace in Spider-Man 3 (2007) di Sam Raimi, qualcosa che anche il regista ha riconosciuto sull’introduzione di Venom in un film già sovraccarico di cattivi (il Sandman di Thomas Haden Church e il Green Goblin di James Franco). Undici anni e due Peter Parker cinematografici dopo, la maggior parte dei fan della Marvel sembra essere d’accordo che il Venom di Grace ha fissato un livello molto basso per il Venom di Tom Hardy.

Naturalmente, l’origine di Venom nei fumetti era altrettanto infausta. All’inizio degli anni ’80, la Marvel collaborò con la Mattel, che voleva lanciare una linea di action figure. Il caporedattore Jim Shooter ha proposto un evento massiccio con una trama tentacolare che avrebbe improvvisamente portato i migliori cattivi ed eroi della compagnia su un pianeta sconosciuto, dove sarebbero stati costretti a combattere per un essere onnipotente chiamato Beyonder. La compagnia di giocattoli ha influenzato alcuni aspetti importanti dell’evento, come il suo titolo (Secret Wars). La Mattel ha anche richiesto diversi cambiamenti di costume.

Shooter, ricordando che aveva un’idea per un costume nero dell’Uomo Ragno che aveva comprato da un fan per 220 dollari, trovò un modo per includerlo nella storia di Secret Wars: nel Mondo di Battaglia del Beyonder, l’uomo-ragnatela avrebbe scoperto una poltiglia nera di origine aliena che in qualche modo si sarebbe trasformata in un costume attillato, completo del logo del ragno bianco sul petto. Dato che Secret Wars era pieno di oggetti ultraterreni che la Mattel poteva trasformare in set e veicoli per le action figures, una tuta goo non sembrava il più grande salto.

Guerre segrete (1984)

La storia della serie limitata dei fumetti di Secret Wars è stata scritta da Shooter stesso, il che significa che gli scrittori che lavorano su titoli individuali per i personaggi coinvolti hanno dovuto adattarsi al crossover. L’Uomo Ragno torna a New York da Battleworld in The Amazing Spider-Man #252, pubblicato nella primavera del 1984. La gente è un po’ sorpresa dal suo nuovo costume, che lo scrittore Tom DeFalco ha trasformato nel simbionte che conosciamo oggi.

Dopo essere tornato da Battleworld, Reed Richards dei Fantastici Quattro scopre che la tuta nera è in realtà un essere alieno che cerca di legarsi permanentemente all’Uomo Ragno, così la toglie a Peter con una pistola sonica e la Torcia Umana contiene la tuta in un cerchio di fuoco fino a quando non possono mettere il simbionte in un’unità di contenimento (tutto questo appare in Amazing Spider-Man #258).

Il simbionte è arrabbiato con l’Uomo Ragno per averlo abbandonato prima di potersi fondere completamente con lui, così quando fugge dal Baxter Building dei Fantastici Quattro (ASM #262), torna da Peter Parker per riprovarci. Comprensibilmente, Peter va fuori di testa, ed è allora che si ricorda che gli attacchi sonici fanno male al simbionte, dirigendosi verso il campanile di una chiesa mentre l’orologio batte l’ora.

Spider-Man è in quel momento in una lotta con alcuni teppisti volanti, e il processo di scissione lo indebolisce, così il simbionte rischia la sua vita per trascinare un incosciente (e senza costume) Peter al sicuro prima di scivolare via per morire (così sembrava all’epoca, in Web of Spider-Man #1, aprile 1984).

The Amazing Spider-Man (1988)

Tutto cambiò in The Amazing Spider-Man #300, che uscì nel 1988 quando Tom DeFalco era stato promosso a Editor-in-Chief alla Marvel mentre David Michelinie stava scrivendo per le matite di Todd McFarlane per Spidey.

Un cattivo misterioso era stato accennato per un po’ nelle pagine di The Web of Spider-Man, che non aveva i sensi di ragno dell’Uomo Ragno, ma non era stato specificamente pianificato per essere il cattivo principale del numero del tricentenario di Spider-Man. Todd McFarlane sapeva che la Marvel era interessata a riportare la classica tuta rossa e blu dell’Uomo Ragno a tempo pieno, e ha disegnato un look “alieno/mostro” che ha ispirato… Venom. Michelinie riportò il simbionte, ma ora la tuta aliena aveva un nuovo ospite: Eddie Brock.

Per promuovere la continuità in-universo, l’Eddie Brock di Michelinie era un giornalista che fu “disonorato” dall’Uomo Ragno quando l’eroe catturò un cattivo chiamato il Mangiapeccati, rivelando che le accuse che Brock aveva pubblicato erano di un “confessore seriale”, non del vero cattivo.

Questo fa sì che Brock venga licenziato dal suo legittimo lavoro di giornalista, e il ragazzo è così incazzato che inizia ad allenarsi abitualmente per de-stressarsi. Non funziona, e Brock è costretto ad accettare qualsiasi lavoro di scrittura che può ottenere, anche in schifosi tabloid di celebrità.

L’ex grande giornalista (ma non abbastanza bravo da capire che un falso Mangiapeccati lo stava prendendo in giro) contempla il suicidio. Brock è cattolico e sa che il suicidio è un peccato mortale, quindi va a pregare per il perdono quando una poltiglia nera cade su di lui dall’alto.

Brock odia l’Uomo Ragno per aver catturato il vero Mangiapeccati e il simbionte si sente rifiutato dall’Uomo Ragno, così insieme formano un unico essere che perseguita l’Uomo Ragno in cerca di vendetta. Nell’ultima pagina di Amazing Spider-Man #299, Eddie con la tuta nera e un già riconoscibile sorriso a denti stretti terrorizza Mary Jane Watson-Parker nel suo appartamento.

Nel numero successivo, racconta la sua tragica storia, chiamandosi Venom, perché è stato costretto a scrivere Venom nel suo lavoro sui tabloid. Seriamente, è per questo che si chiama Venom? non è affatto legato al ragno. Se il personaggio fosse creato oggi con la stessa motivazione, il suo nome potrebbe essere Fake News.

Il simbionte aumenta la forza e la resistenza di Brock, e dato che il ragazzo era già dipendente dall’allenamento, il risultato è quasi uguale a Spider-Man in termini di potenza grezza. Il simbionte può imitare qualsiasi tessuto o abbigliamento, permettendo a Brock di apparire come se stesse indossando abiti di strada fino a quando non vuole rivelarsi come Venom.

Il simbionte inoltre ricorda/ha assorbito alcuni dei poteri del ragno dell’Uomo Ragno, come la capacità di creare fettucce, ma non può attivare il senso del ragno dell’eroe. Spider-Man combatte Venom, non volendo usare un’esplosione sonica completa perché il simbionte si è completamente legato a Eddie.

Alla fine, Venom viene temporaneamente imprigionato dai Fantastici Quattro (di nuovo), e Mary Jane è così disturbata da tutta la faccenda dell’alieno dai grandi denti e dalla lingua lunga che chiede a Peter di bruciare la sua tuta di tela nera che indossava come Spider-Man e tornare al look classico.

Venom come personaggio proprio (anni ’90)

Con il progredire della storia di Venom attraverso le epoche dei fumetti, diversi cambiamenti di continuità retroattivi hanno alterato un po’ la storia delle origini di Venom.

Una volta che Venom ha guadagnato popolarità come personaggio a sé stante, si è lentamente trasformato in un antieroe: ha avuto una prole chiamata Carnage, ha fatto un breve viaggio a San Francisco nel suo primo fumetto solista Venom: Lethal Protector, ha fatto squadra con Spider-Man per fermare il figlio pazzo nell’evento Maximum Carnage, e ha salvato la sua ex moglie, Anne Weying, da Sin-Eater (ancora un altro, non quello che ha iniziato tutta la storia del giornalismo di gossip).

L’evento crossover Planet of the Symbiotes / Spider-Man di metà anni ’90 rivelò che il simbionte Venom era diverso dagli altri simbionti perché voleva legarsi a un ospite piuttosto che dominare un corpo fisico, come Carnage o il resto dei simbionti che abbiamo visto nella serie. Venom era stato cacciato dal suo collettivo di simbionti malvagi e dominanti e finì su…. su Battleworld!

La popolarità di Venom come cattivo dell’Uomo Ragno è continuata per tutti gli anni ’90, con il personaggio che è apparso in ogni serie animata dell’Uomo Ragno dalla sua creazione nel 1988. Sia la serie Fox Spider-Man Spider-Man Unlimited che la serie animata Spectacular Spider-Man sono rimaste fedeli alla storia delle origini del fumetto, con Eddie Brock che si fonde con un simbionte.

Nella serie animata Ultimate Spider-Man, il simbionte è stato creato da Doc Ock da un campione di sangue dell’Uomo Ragno e finisce per impadronirsi di Harry Osborn invece che di Eddie Brock, il che ha molto senso in quella serie che alla fine salta Eddie per fare la storyline Agent Venom.

Nella nuova serie animata, Spider-Man (2017), Venom è di nuovo al centro dell’attenzione. Venom appare anche in Avengers Assemble, un altro show animato, quando alcuni detriti spaziali si schiantano su Kun-Lun, dove Iron Fist è di guardia…. Dracula. Quella serie non era neanche lontanamente seria come le altre.

Le origini di Venom di Tom Hardy.

La novità del 2018 per la storia dei Simbioti è la rivelazione di Knull, il Dio dei Simbioti. Durante la serie degli anni ’90 Planet of the Symbiote, siamo stati portati a credere che i simbionti (il cui vero nome è Klyntar, nel caso sia importante per voi) abbiano rifiutato il simbionte Venom perché voleva legarsi ad un singolo ospite e non dominare l’intera specie. Knull rivela ancora di più la sua storia, che è super complicata e coinvolge i Celestiali morti e un primo simbionte che era una spada.

Ma la versione breve è che Knull ha creato i Klyntar per essere malvagi, poi hanno deciso di voler essere buoni, ma poiché hanno bisogno di assorbire ospiti, se i simbionti entrano in contatto con un ospite malvagio, possono essere corrotti.

Venom stesso è qualcosa come la 998a generazione di Klyntar, e si scopre che Venom doveva essere buono, ma poi è stato corrotto dal suo primo ospite (non Eddie, ma un Kree, uno degli alieni blu con la maggiore presenza in Captain Marvel e Guardiani della Galassia) cadde nelle mani di Simbionti corrotti che lo gettarono a morire su un pianeta, che era Battleworld. Venom combatte Knull e apparentemente vince, e forse può manifestare grandi ali di drago quando vuole, perché i fumetti devono rimanere interessanti in qualche modo.

Le due serie di Venom su cui Ruben Fleischer e la Sony avrebbero basato il nuovo film di Venom sono Venom: Lethal Protector e Venom: Planet of the Symbiotes, quindi questi simbionti sono ancora alieni e Eddie sta combattendo l’alieno per essere buono.

Questo è stato lo status quo di Venom per quasi la metà dei 40 anni di storia del personaggio: vivere da qualche parte in conflitto tra l’essere un eroe e permettere al mostro alieno (che è buono/cattivo/buono/cattivo a seconda di chi si chiede e quando) di prendere il sopravvento.

Molti si chiedono se Venom sia un supercattivo o meno, lasceremo questo all’opinione personale di ognuno.

5. Loki

loki villain di marvel

673.000

Loki è il figlio di Laufey, re dei Giganti del Gelo di Jotunheim, uno dei “Nove Mondi” della cosmologia asgardiana. Odino, sovrano di Asgard, guidò i suoi sudditi in una guerra contro i giganti. Laufey morì in battaglia e i giganti furono sconfitti. Mentre esaminavano il bottino di guerra, gli Asgardiani scoprirono un piccolo bambino grande come un dio nascosto nella fortezza principale dei giganti. Il bambino era Loki, che Laufey aveva tenuto nascosto a causa del suo imbarazzo per le dimensioni ridotte di suo figlio. Poiché Loki era il figlio di un re caduto in battaglia, Odino decise di adottarlo e di crescerlo come un figlio insieme al suo figlio di sangue Thor, il futuro dio del tuono.

Nella sua infanzia, Loki era molto risentito del fatto che Odino e gli altri Asgardiani favorissero il giovane Thor, che aveva già una nobiltà d’animo ed eccelleva in tutte le sue imprese, rispetto a lui. Da bambino, Loki iniziò a studiare le arti della stregoneria, per le quali aveva un’affinità naturale. Il suo odio per Thor crebbe e, ancora bambino, Loki giurò di diventare il dio più potente di Asgard e di distruggere Thor per raggiungere questo fine. Dopo aver raggiunto l’età adulta, Loki cominciò a formare alleanze con altri nemici di Asgard.

Una volta raggiunta l’età adulta, Loki cominciò a manifestare la sua innata propensione alla malizia e si guadagnò il soprannome di “Dio della malizia”. Ma quando le sue azioni divennero sempre più maligne, e la sua brama di potere e di vendetta divenne evidente, divenne noto come il “Dio del Male”. Loki ha tentato molte volte nel corso dei secoli di distruggere Thor e prendere il trono di Asgard per sé. Infine, Odino lo imprigionò magicamente dentro un albero come punizione per i suoi numerosi crimini. Qualche tempo dopo, Thor fu bandito sulla Terra per imparare l’umiltà nella forma mortale del Dr. Donald Blake.

Poco dopo che Blake ha riacquistato la capacità di assumere la forma divina e il potere di Thor, Loki è riuscito a liberarsi dalla sua prigione mistica. Seguì una lunga serie di scontri tra Loki e Thor. A volte Loki ha combattuto direttamente contro Thor. Altre volte, Loki ha usato delle pedine per combattere Thor, alcune delle quali sono state temporaneamente dotate di un maggiore potere sovrumano, come il Cobra e Mister Hyde. Loki è responsabile della trasformazione di “Crusher” Creel nell’Uomo Assorbente e della rinascita del Distruttore Asgardiano come avversario di Thor. Loki ha cercato di mettere Odino contro Thor e di rubare il martello incantato di Thor. In un’occasione, Loki si scambiò misticamente il corpo con Thor. Loki ha temporaneamente preso il controllo di Asgard quando Odino era incapace. Tuttavia, Loki è sempre stato ostacolato nei suoi tentativi di potere e vendetta da Thor.

Nel corso degli anni, Loki ha rivolto la sua attenzione alla Terra, sperando di distruggere la casa adottiva di suo fratello. Uno dei suoi schemi più notevoli, manipolando Hulk per scatenare un’immensa devastazione, ha portato alla formazione dei Vendicatori. Dopo un piano fallito per screditare l’alter ego umano di Thor, Odino imprigionò l’essenza di Loki nel corpo di un mortale. Tuttavia, alla fine fuggì per continuare la sua ricerca del potere finale ad Asgard.

Loki si è unito a Thor e Odino nella loro battaglia contro il demoniaco Surtur. Surtur intendeva distruggere Asgard, così Loki, il cui obiettivo è governare Asgard, si sentì in dovere di fermarlo. Dopo la scomparsa di Odino e Surtur alla fine di questa battaglia, Loki iniziò le sue macchinazioni per essere nominato nuovo sovrano di Asgard. Come parte dei suoi piani, trasformò magicamente Thor in una rana, usando il potere tratto dalla spada abbandonata di Surtur. Ma Thor tornò alla sua forma normale quando l’asgardiano Volstagg distrusse il motore che prosciugava il potere della spada. Loki non fu in grado di impedire l’ascesa di Balder al trono asgardiano dopo che Thor stesso aveva rifiutato il trono.

Tuttavia, Loki continua la sua ricerca del potere supremo ad Asgard. È stato detto che se arriva il momento del Ragnarok, la distruzione degli dei asgardiani, Loki guiderà le forze del male contro Asgard.

Altezza: 6’4″.

Peso: 525 libbre.

Occhi: verdi

Capelli: grigio-nero

Poteri e abilità di Loki

Livello di forza: Loki possiede la forza normale di un maschio asgardiano della sua età, altezza e corporatura. Può sollevare (premere) circa 30 tonnellate.

Poteri sovrumani conosciuti: Loki possiede gli attributi convenzionali di un Asgardiano, così come alcuni poteri magici innati. Come tutti gli Asgardiani, Loki è estremamente longevo (anche se non è immortale come gli Olimpi), ha una forza sovrumana, è immune a tutte le malattie ed è resistente alle ferite convenzionali (la carne e le ossa degli Asgardiani sono circa 3 volte più dense di simili tessuti umani, il che contribuisce alla forza e al peso sovrumano degli Asgardiani). Il suo metabolismo asgardiano gli conferisce una resistenza sovrumana in tutte le attività fisiche.

Oltre a queste abilità fisiche, Loki possiede una serie di abilità magiche. Tra questi c’è la sua capacità di trasformare a piacimento la sua forma in quella di altre creature. Si è trasformato in animali come un serpente, un’aquila, un topo e un’ape, acquisendo le abilità naturali di base inerenti ad ogni forma. Mentre può assumere l’aspetto di un altro dio, gigante o umano, non necessariamente otterrà i poteri speciali fisici o mentali dell’essere che imita. Loki può anche trasformare oggetti esterni in altre forme e sostanze attraverso la magia; per esempio, può trasformare le nuvole in draghi. Può anche portare in vita oggetti inanimati, o infondere misticamente oggetti o esseri con poteri specifici ma temporanei. Per esempio, ha aumentato il potere dei criminali umani come Cobra e Sandu. Questi effetti magici rimangono solo finché mantiene l’incantesimo che li ha creati.

Loki può proiettare potenti dardi di energia mistica. Può anche creare campi di energia magica, che servono a vari scopi. Con grande concentrazione, Loki può creare un campo abbastanza forte da respingere il martello incantato di Thor (anche se ripetuti colpi lo penetrerebbero sicuramente) o oggetti fisici come proiettili di grosso calibro. Può anche circondare gli oggetti con energia mistica per farli levitare. Una volta ha sollevato e tenuto un intero edificio da terra per diversi minuti. Può anche levitare misticamente e volare a grande velocità. Come la sua influenza sulla materia, le sue prodezze di energia magica durano solo finché le mantiene.

Loki ha anche una serie di poteri mentali ed extrasensoriali, che sono analoghi alle capacità psioniche. Può trasmettere i suoi pensieri ad altre menti, così come impiantare convincenti suggestioni ipnotiche. Queste capacità telepatiche non sembrano essere limitate dalla distanza: Loki può persino lanciare i suoi pensieri attraverso le dimensioni. Tuttavia, Loki non può percepire i pensieri degli altri. Tuttavia, ha alcuni poteri di percezione extrasensoriale, che gli permettono di vedere e sentire eventi in luoghi lontani simultaneamente al loro verificarsi. Può anche proiettare mentalmente un’immagine di se stesso, in un modo non dissimile dalla proiezione astrale, attraverso la quale può comunicare con esseri in altri luoghi.

Loki può anche creare magicamente spaccature tra le dimensioni, permettendo a lui o ad altri oggetti di passare da un universo all’altro. Il più delle volte, questa spaccatura avviene tra Asgard e la Terra.

Loki ha anche una vasta conoscenza degli incantesimi, che può usare per molti effetti magici.

Loki ha usato la sua magia per essere in grado di resistere con poco o nessun effetto a ferite che ucciderebbero un altro Asgardiano. È stato persino decapitato eppure ha continuato a vivere, riattaccando magicamente la sua testa al suo corpo e lasciandolo nello stesso stato in cui era prima della decapitazione.

Armi: Loki impiega occasionalmente alcuni oggetti di potere magico, come le Pietre delle Norne o le rare erbe asgardiane, per aumentare i propri poteri magici. Questi oggetti o sostanze sono generalmente usati per migliorare la sua forza o abilità personale immediata, o per creare una trasformazione magica permanente, come quella che ha dato all’Uomo Assorbente il suo potere. Una volta ha usato la spada mistica di Surtur insieme a varie attrezzature per trasformare Thor in una rana mentre Loki era ad Asgard e Thor era sulla Terra. La distruzione del motore che traeva energia dalla spada fece tornare Thor alla sua forma normale.

6. Catwoman

catwoman

550.000

I primi anni di Selina Kyle sono stati segnati dalla tragedia. Quando era solo una bambina, la sua brutale madre Maria si suicidò e il suo violento padre Brian si ubriacò a morte poco dopo. Separata da sua sorella minore, Magdalene, e affidata allo Sprang Hall Juvenile Detention Center, una casa statale abusiva per ragazze orfane o delinquenti, scelse di rischiare per le strade di Gotham City. In mezzo al crimine e alla corruzione dei bassifondi dell’East End, è sopravvissuta con piccoli furti.

Il suo spirito acuto e la sua sorprendente abilità naturale come ginnasta l’hanno portata a diventare la più abile ladra che la polizia di Gotham City abbia mai incontrato. Per proteggersi, ha studiato le arti marziali. Più tardi, l’ex campione dei pesi massimi Ted Grant (Wildcat) le insegnò a boxare. Per un certo periodo, è stata la ladra più abile che si conoscesse.

Era anche una delle più generose e distribuiva i suoi guadagni illeciti agli indigenti dell’East End. Avrebbe continuato a rubare impunemente se non fosse stato per Batman. Avvistando il Caped Crusader dalla sua finestra durante una delle sue prime uscite, lo osservò in azione e fu convenientemente ispirata ad adottare il suo stesso costume mentre si aggirava nella notte di Gotham.

Anche se originariamente ritratta come un avversario alla pari di Batman, lo status di Catwoman come eroe o cattivo è ambiguo; ha un suo codice morale (aborrisce l’uccisione, anche se alla fine ha ucciso Black Mask, Maschera Nera) e occasionalmente ha fatto squadra con Batman e altri eroi contro minacce più grandi, anche salvando la vita dell’intera Justice League in un’occasione.

Lei rappresenta una zona grigia nella vita altrimenti in bianco e nero di Batman, dove la linea tra il bene e il male è sfumata, e la sua attrazione per lei deriva dalla percezione che, a suo modo, è una sorta di versione femminile di se stesso: un’altra creatura oscura e bella che si aggira nella notte.

Nella sua prima apparizione, Catwoman non indossava alcun costume o travestimento, e non fu fino alla sua successiva apparizione che indossò una maschera, che era una maschera teatrale che copriva il volto di un gatto reale, piuttosto che una maschera più stilizzata vista nelle sue incarnazioni successive.

Più tardi, indossò un vestito con cappuccio che includeva le orecchie, e ancora più tardi, un costume con stivali e una maschera a domino o a occhiali. Negli anni ’60, il costume di Catwoman era verde, tipico delle cattive dell’epoca. Negli anni ’90, di solito indossava un aderente body viola, prima di passare a un vestito di pelle nera che ricordava il costume di Catwoman di Michelle Pfeiffer in Batman Returns.

Negli ultimi anni, di solito alterna questi due abiti. Ed Brubaker, la mente dietro il rinnovamento del personaggio del 2001, ha dichiarato che l’attuale costume di Selina è ispirato all’iconica tuta di Emma Peel. Ha un look più high-tech, con occhiali a infrarossi a forma di domino (ispirati a Snoopy) sul suo cappuccio.

Poco dopo gli eventi di The Long Halloween, Selina ha visitato la tomba di Carmine Falcone, dove ha espresso la convinzione di essere la figlia illegittima di Falcone, ma non è riuscita a trovare alcuna prova. In questo periodo, Selina incontra il figlio di Falcone, Mario, che in seguito diventerà il capo della famiglia criminale Falcone.

Durante gli eventi di Crisi della Coscienza, Catwoman ha dimostrato di essere un’altra alleata quando ha combattuto a fianco di Batman e della Lega contro l’ex Società Segreta, di cui era stata brevemente membro. Ferita, è stata portata nella Batcaverna per riprendersi.

Quando Despero e una fazione di membri della Lega a cui era stato fatto il lavaggio del cervello si infiltrarono nella caverna e riuscirono a fare il lavaggio del cervello a Batman, Catwoman fu in grado di inviare una chiamata di soccorso ai membri della Lega non colpiti. Dopo una dura lotta, Despero è stato sottomesso. Fu una vittoria vuota, tuttavia, poiché tutti riconobbero che Despero era in grado di mettere i membri della JLA l’uno contro l’altro approfittando di animosità e sfiducia preesistenti. In risposta alla domanda di Batman sulle sue ferite, Selina ha lasciato la Batcaverna dopo aver informato seccamente Batman che aveva “fatto abbastanza”.

Catwoman sembra essere completamente riformata, e il suo amore per Batman è vero (anche se palese e imprevedibile). Tuttavia, ora non è chiaro se la sua riformazione sia stata il risultato di un mind-wipe di Zatanna, una procedura nota per influenzare profondamente e, in almeno un caso, inabilitare fisicamente le sue vittime. Selina non aveva idea che nessun cattivo fosse mai stato cancellato dalla mente fino a quando Batman non l’ha informata degli eventi di Identity Crisis, e ora si preoccupa che la sua riformazione possa essere dovuta alla manipolazione mentale.

All’inizio della recente storyline (“The One You Love”), un afflusso di supercriminali ha preso il controllo dell’East End, lasciando Selina senza altra scelta che unirsi alla nuova incarnazione della Secret Society. Anche se le sue intenzioni iniziali non erano chiare, Selina condivise con Batman i suoi piani per infiltrarsi e distruggere il gruppo di cattivi dell’East End.

Selina ha fatto un accordo con un ex criminale che aveva poteri simili a quelli di Clayface, che aveva promesso di aiutarla in cambio della sua libertà. L’uomo la impersonava e permetteva a diversi cattivi di spararle e smembrarla, dando alla malavita l’impressione che Catwoman fosse effettivamente morta (come Clayface, l’uomo era in grado di sopravvivere a quelle che altrimenti sarebbero state ferite mortali).

Approfittando del vantaggio che la sua “resurrezione” le dava (i cattivi credevano che fosse riuscita in qualche modo a ingannare la morte), Catwoman smantellò il nuovo gruppo di criminali dell’East End, un cattivo alla volta. Quando ebbe finito, Zatanna apparve al suo fianco, informandola che aveva delle “cattive notizie”, alludendo a una grande rivelazione sul suo passato.

Selina ha finito per sparare a Maschera Nera mentre trattava con i criminali dell’East End.

Un anno dopo

Dopo gli eventi di Crisi Infinita, l’Universo DC fa un salto indietro nel tempo. “Un anno dopo” Selina Kyle non è più Catwoman, ha lasciato l’East End e ha dato alla luce una figlia di nome Helena (il cui padre è inizialmente sconosciuto). Holly Robinson si occupa della nuova Catwoman mentre Selina, che vive sotto lo pseudonimo di Irena Dubrovna, si prende cura della figlia (lo pseudonimo di Selina è ispirato al nome della protagonista del film Cat People del 1942).

) Anche se prende molto sul serio il suo ruolo di neomamma, Selina indossa il costume per una passeggiata nell’East End pochi giorni dopo la nascita di Helena. Non sorprende che Selina abbia messo su qualche chilo e che il costume ora le stia più stretto.

Inoltre, è facilmente distratta da un comune criminale. Anche se la situazione viene disinnescata dal tempestivo arrivo di Holly, il fatto che ci siano due Catwomen attive in città viene ripreso in video. Selina torna a casa dalla sua avventura per scoprire che il misterioso cinefilo Film Freak ha dedotto il suo pseudonimo, si è alleato con Angle Man e ha catturato Helena.

Dopo aver salvato sua figlia, Selina convince Zatanna a eseguire un mind-wipe su Film Freak e Angle Man per preservare le loro identità segrete. Dopo la procedura, Angle Man si consegna alle autorità; Film Freak, invece, si lancia in una furia omicida.

Ted Grant informa Selina che Holly è stata arrestata per l’omicidio di Maschera Nera; Selina si infiltra nella stazione di polizia e libera Holly. Dopo aver sconfitto Film Freak, Selina torna a casa e scopre che Slam Bradley ha dedotto che Helena è la figlia di Sam Bradley, e quindi sua nipote.

Batman chiede a Catwoman di infiltrarsi nella violenta tribù delle Amazzoni Bana durante il crossover Amazons Attack. Fingendosi una criminale, Selina guadagna la fiducia di Bana e sventa un attacco terroristico destinato a causare vittime di massa a Gotham City. Poco dopo l’evento, Selena si invita a diventare il nuovo membro degli Outsiders di Batman. Catwoman e Batman hanno anche una relazione romantica che entrambi cercano di nascondere e che a volte ha i suoi momenti speciali.

Selina, temendo i molti pericoli di una Gotham post-Batman, propone che lei, Ivy e Harley Quinn formino una squadra, vivendo insieme in una sola base. Ivy è d’accordo a una condizione: usando droghe fatte in casa per indebolire la resistenza di Kyle, Ivy esige l’identità del vero Batman.

In essa torna indietro di 3 anni, quando Talia ha richiesto la sua presenza in Tibet. Lì ha fatto in modo che Selina non rivelasse la vera identità di Batman per nessun motivo. Dopo che l’interrogatorio è finito e Selina vede Harley con Bruce Wayne in TV, Catwoman dice a Poison Ivy che sa che è Hush travestito.

7. Fenice Nera

Fenice nera villain di marvel

450.000

Jean Grey è la figlia più giovane del professor John Grey del Dipartimento di Storia del Bard College di Annandale-on Hudson, New York, e di sua moglie Elaine. Quando Jean aveva dieci anni, stava giocando con la sua migliore amica Annie Richardson quando fu investita da una macchina.

L’emozione che Jean provò mentre abbracciava la sua amica morente risvegliò i suoi poteri telepatici latenti, e così sperimentò le emozioni di Annie mentre moriva. Questo evento traumatico ha lasciato Jean in uno stato di ritiro e di profonda depressione. Inoltre, Jean scoprì che non poteva controllare le sue capacità telepatiche appena risvegliate, e dovette isolarsi dalle altre persone per mantenere la sua sanità mentale.

Infine, quando Jean aveva undici anni, uno psichiatra raccomandò ai suoi genitori di consultare un loro collega, il professor Charles Xavier, che era segretamente un mutante con capacità telepatiche. Xavier spiegò a Jean, ma non ai suoi genitori, che era una mutante, e la curò per diversi anni.

Durante questo periodo, ha eretto degli scudi psichici nella mente di Jean in modo che lei non potesse usare le sue capacità telepatiche finché non fosse stata abbastanza matura per gestirle. Allo stesso tempo, gli ha insegnato a levitare e a manipolare gli oggetti attraverso la forza psionica.

Quando Xavier sentì che Jean aveva raggiunto un certo livello di padronanza del suo potere telecinetico, raccomandò ai suoi genitori di iscriverla alla sua nuova scuola per giovani dotati. All’insaputa del professore e della signora Grey, questa scuola serviva come copertura per gli X-Men, una squadra di giovani mutanti superumani addestrati da Xavier per combattere le minacce poste da altri mutanti che usano i loro poteri contro l’umanità. Entrando nella scuola, Jean Grey divenne il quinto membro ad unirsi agli X-Men e adottò il nome in codice Marvel Girl.

I cinque X-Men originali sono rimasti insieme per diversi anni. Poco dopo essersi uniti alla squadra, Grey e Scott Summers, l’X-Man conosciuto come Ciclope, si innamorarono l’uno dell’altro. Anche se nessuno dei due ha detto all’altro i suoi veri sentimenti per lui o lei per un po’ di tempo, alla fine hanno ammesso apertamente il loro amore per l’altro.

Quando Xavier si rese conto che doveva rimanere in isolamento per un lungo periodo di tempo per fare i preparativi per sventare un tentativo di invasione della Terra da parte dell’alieno Z’nox, rilasciò le barriere psichiche che impedivano a Grey di usare le sue capacità telepatiche.

La maggiore maturità di Grey e gli anni di pratica nell’uso dei suoi poteri telepatici gli permisero di usare le sue capacità telepatiche da quel momento in poi. Pertanto, con Xavier occupato, è stato in grado di utilizzare i propri poteri telepatici per aiutare gli X-Men.

Più tardi, dopo che Xavier reclutò diversi nuovi membri negli X-Men, Grey e alcuni degli altri X-Men decisero di lasciare il gruppo per condurre la propria vita. Scott Summers rimase comunque negli X-Men e lui e Grey continuarono la loro relazione romantica.

Poco dopo aver lasciato la squadra, Grey e gli attuali membri degli X-Men furono rapiti dalle Sentinelle di Steven Lang e portati a bordo della stazione spaziale di Lang. Dopo aver sconfitto Lang, gli X-Men dovettero fuggire sulla Terra a bordo di una navetta spaziale durante una tempesta di radiazioni solari. Il pilota della nave ha dovuto sedersi in una zona senza una schermatura sufficiente a proteggerlo dalle radiazioni letali. Grey si offrì volontario come pilota, ma mentre guidava la navetta verso la Terra, la radiazione solare alla fine si dimostrò troppo grande per Grey per resistere ancora con i suoi poteri. Ha cominciato a soccombere agli effetti letali delle radiazioni.

Si è creduto a lungo che Grey fosse morto a bordo della navetta spaziale, ma che si fosse legato ad una forza energetica primordiale conosciuta come “forza fenice”, che si ricreò e rientrò nel suo corpo,

L’essere molto più potente ha adottato il nome in codice Fenice. La Fenice si unì agli X-Men, ma Grey non aveva ricevuto l’addestramento adeguato per gestire un potere così immenso. All’inizio, il forte senso morale di Grey teneva sotto controllo la forza di Fenice, e di solito gli impediva inconsciamente di usare i suoi poteri oltre un certo limite.

Ma poi Fenice cadde vittima della manipolazione psichica di Mastermind, che stava cercando di dimostrare il suo valore per diventare un membro della Cerchia Interna del Hellfire Club ipnotizzando Fenice a diventare la loro nuova Regina Nera. Ha indotto psichicamente i desideri oscuri e repressi della coscienza di Grey ad affiorare nella mente di Phoenix, sommergendo la vera personalità normale di Grey. Fenice si è finalmente liberata dal controllo di Mastermind, ma non ha potuto impedire che il lato oscuro della personalità di Grey, con tutto il potere della forza fenice dietro di esso, la travolgesse, non avendo avuto l’addestramento per reprimerlo.

La vera personalità di Grey si è immersa più pienamente di prima, e Phoenix è diventato il malevolo Fenice Nera. Dopo che Fenice Nera ha causato un’incredibile devastazione, la vera personalità di Grey ha riaffermato il controllo di Phoenix ancora una volta e, davanti agli occhi inorriditi di Ciclope, Fenice si è suicidato piuttosto che diventare di nuovo Dark Phoenix. Summers pianse Grey e finì per sposare Madelyne Pryor, che le somigliava molto.

In seguito fu rivelato che Grey non era morta, né era diventata Fenice. La forza della Fenice ha risposto all’angoscia di Grey e alle sue richieste telepatiche di aiuto mentre giaceva morente a bordo della navetta spaziale, ed è apparsa davanti a lei, modellando la sua forma e la sua coscienza a quella di Grey.

La forza fenice disse a Grey che stava morendo, ma se avesse preso le mani della forza fenice, Grey avrebbe ottenuto il suo “desiderio del cuore”. Quello che Grey voleva di più era salvare la vita degli X-Men e la sua. Si aggrappò al braccio della forza fenice e cadde in coma. Allo stesso tempo, la forza fenice ha assunto la forma, i ricordi e la personalità di Jean Grey. La forza fenice ha usato i suoi poteri per assicurare la sopravvivenza degli X-Men quando sono tornati sulla Terra e si sono schiantati a Jamaica Bay, di fronte a New York City.

È stato anche responsabile di aver reso Grey in coma e di averla collocata in un costrutto simile a un baccello, che ha riposato per anni sul fondo della baia di Jamaica mentre le ferite di Grey guarivano completamente. Così, la forza della fenice ha mantenuto la sua promessa a Grey. La creatura della forza della fenice si costrinse a credere di essere davvero Grey, di cui aveva assunto la personalità. In effetti, aveva imitato la coscienza di Grey così perfettamente che nemmeno Xavier si rese conto dell’impostura.

È stato teorizzato che è stato il potere proprio dell’entità Fenice a ribellarsi contro il duplicato della personalità di Grey che si era data, che l’ha fatta diventare Fenice Nera. Quando Fenice si è suicidata, si è comportata esattamente come Grey stesso avrebbe agito in quelle circostanze, dato che si era dotata di una copia esatta della personalità di Grey.

Molti mesi dopo la morte di Fenice, i Vendicatori trovarono la capsula di Grey sotto Jamaica Bay e la portarono ai Fantastici Quattro per studiarla. Grey si liberò dalla capsula, all’inizio incapace di ricordare il suo incontro con la forza Fenice, ma con l’aiuto dei Vendicatori e dei Fantastici Quattro, ricordò cosa era successo e apprese cosa era successo a Fenice. Come risultato delle sue esperienze strazianti, Grey aveva in qualche modo perso i suoi poteri telepatici, ma la forza dei suoi poteri telecinetici era aumentata notevolmente.

Grey si è riunita con i suoi compagni degli X-Men fondatori, Angelo, Bestia, Ciclope e Uomo Ghiaccio. Fu molto turbata nell’apprendere dell’attuale ondata di sentimenti anti-mutanti nel paese, della recente scomparsa di Xavier e del fatto che gli attuali X-Men stavano lavorando al fianco di Magneto, il più grande nemico degli X-Men originali. Poiché gli altri erano d’accordo con Grey sulla necessità di fare qualcosa per l’attuale situazione dei mutanti, i cinque amici fondarono una nuova organizzazione per aiutare gli altri mutanti superumani, X-Factor. Più tardi, dopo che il professor Xavier tornò da un lungo soggiorno nello spazio con gli Starjammers, Jean e gli altri membri di X-Factor si riunirono agli X-Men.

Mentre Jean era in animazione sospesa, Scott sposò Madelyne Pryor, un clone di Jean creato da Mr. Sinister. Alla fine, Pryor impazzì, sviluppò grandi poteri e divenne nota come la Regina dei Goblin. La Regina dei Goblin è morta in combattimento con Jean.

Qualche anno dopo, Scott sposò finalmente la vera Jean Grey. Tuttavia, durante la loro luna di miele, i loro spiriti furono trasportati per due millenni in un futuro alternativo e messi in nuovi corpi dal culto degli Askani. La loro leader, Rachel Summers, figlia di Scott e Jean da una realtà alternativa, aveva anche servito negli X-Men con il nome di Phoenix. Come Slym e Redd, Scott e Jean hanno passato anni in quel tempo futuro, crescendo Nathan, il figlio di Scott Summers e Madelyne Pryor, che era stato portato nel futuro. Alla fine, Scott e Jean tornarono a

il proprio tempo e il proprio corpo, lasciando Nathan nel futuro per diventare l’eroico guerriero Cable.

In onore di Rachel, Jean ha adottato il nome di Fenice quando è tornata negli X-Men, e lei e Scott rimangono membri degli X-Men fino ad oggi.

All’alba del nuovo millennio, il signore della guerra mutante Apocalisse ha catturato i Dodici: potenti mutanti che determineranno il destino della loro specie, compresi Scott e Jean.

Erano collegati a una macchina che avrebbe incanalato le loro energie impressionanti in Apocalisse, permettendogli di assorbire il corpo di X-Man, un adolescente con il tempo posseduto da un vasto potere telepatico e telecinetico, e ascendere a uno stato di coscienza cosmica.

Mentre i suoi compagni di squadra cadevano intorno a lui, uno Scott impotente spinse X-Man fuori dal circuito di scarico di Apocalisse, fondendosi con l’aspirante conquistatore per creare una nuova entità malvagia. Jean ha rilevato la psiche di Scott all’interno di Apocalypse e ha impedito agli X-Men di distruggerlo.

Tuttavia, la maggior parte dei suoi compagni di squadra lo ha lasciato per morto. Solo Jean e il combattente per la libertà dell’era futura chiamato Cable si rifiutarono di credere che Scott fosse morto. Indagando sulle voci che lo volevano vivo, Jean e Cable trovarono Ciclope che lottava per riaffermare la sua mente sulla psiche di Apocalypse.

Con l’aiuto di Jean, Cable esorcizzò il signore della guerra e frantumò la sua essenza. Grazie al sostegno di sua moglie e della sua famiglia adottiva, Scott è riuscito a scrollarsi di dosso gli effetti devastanti della sua fusione con Apocalisse e a riunirsi agli X-Men.

Altezza: 5’6″.

Peso: 50kg.

Occhi: verdi

Capelli: rossi

Poteri e abilità di Fenice Nera

Livello di forza: Jean Grey possiede la normale forza umana di una donna della sua età, altezza e corporatura che fa regolarmente esercizio fisico moderato.

Poteri sovrumani conosciuti: Jean Grey è una mutante che possiede capacità telecinetiche che le permettono di levitare e manipolare psionicamente gli esseri viventi e gli oggetti inanimati. La portata attuale dei suoi poteri non è ancora nota, ma è molto più grande di prima della sua quasi morte sulla navetta spaziale.

Jean Grey possedeva anche poteri telepatici che le permettevano di leggere le menti, proiettare i suoi pensieri nelle menti degli altri e stordire le menti dei suoi avversari con “raggi mentali” telepatici. Da quando è risorta dal coma, Marvel Girl non sembra più possedere poteri telepatici.

NOTA: Famke Janssen l’ha interpretata nel film degli X-Men.

8. Bane

bane

450.000

Nato con una condanna a vita per i crimini del padre, il ragazzo che sarebbe diventato Bane è stato cresciuto fin dalla nascita all’interno della dura prigione conosciuta come Peña Dura nella Repubblica caraibica di Santa Prisca.

È stato soprannominato dal direttore dopo aver commesso il suo primo omicidio da adolescente. Da adulto, divenne il temuto e rispettato “re” di Peña Dura. Dotato di prestanza fisica e intelligenza naturale, ha dedicato il suo tempo allo studio, alla meditazione e all’esercizio, affinando il suo corpo e la sua mente al massimo del potenziale umano.

Visione del suo futuro

Un nuovo detenuto di Gotham City, Bird, ha parlato a Bane di un altro “re” conosciuto come Batman. Nel frattempo, il Direttore, cercando di sbarazzarsi di Bane, gli propose di partecipare a un processo sperimentale per creare un soldato con superpoteri, che includeva la droga nota come Venom. Credendolo morto, Bane fu gettato in mare, dove si liberò. Tornando alla prigione, Bane prese in ostaggio il Direttore e fuggì in elicottero, insieme a Bird e ai suoi vecchi alleati Zombie e Trogg. Bane e il suo trio si sono recati a Gotham, intenzionati a prenderne il controllo.

Creazione

Bane è stato creato da Chuck Dixon, Doug Moench e Graham Nolan ed è apparso per la prima volta in Batman: Vengeance of Bane #1. È stato concepito come una versione più oscura di Doc Savage, con ispirazione dal Conte di Monte Cristo e dalla cultura dei lottatori messicani. Lo steroide usato da Bane è apparso in precedenza nella storyline Batman Venom.

Evoluzione del personaggio

Inizialmente caratterizzato come un prodotto amorale di un sistema carcerario corrotto e di un programma di super-soldati disonesti, ma alla fine destinato a cose più grandi, Bane è stato dimostrato essere selvaggio nel combattimento fisico e astutamente calcolatore in questioni di strategia. Venom lo ha reso più potente della maggior parte dei suoi nemici, permettendogli di sconfiggere personaggi come Killer Croc, Robin e persino Batman stesso. Jean Paul Valley, assumendo il mantello del Pipistrello, ha sfruttato questa dipendenza dalla droga e ha inflitto a Bane una sconfitta schiacciante.

In Bane’s Revenge II, Bane supererà la sua dipendenza da Venom e si allontanerà dal suo desiderio di conquista, decidendo di essere “innocente”. Determinato a trovare suo padre, la ricerca di Bane del suo passato, e la sua successiva redenzione, sarà la forza trainante per diversi anni, con occasionali cadute, influenzate da Ra’s Al Ghul.

Scott Beatty fu lo sceneggiatore che rivelò che Bane era il figlio di Edmund Dorrance, alias King Snake. Alla fine, Bane incontrò suo padre e lo trovò in difetto. Questa è stata una svolta nella caratterizzazione, tornando a una minaccia più evidente. Gail Simone ha scritto Bane in Secret Six, esplorando il suo approccio alla paternità surrogata con Savage Scandal, così come il suo desiderio persistente per Venom e la sua mancanza di direzione dopo la sconfitta di Batman. È stato scioccato nello scoprire che era destinato all’inferno, facendogli mettere in discussione la sua auto-percepita “innocenza”.

Spesso ritratto in altri media come più brutale e meno tattico, questa versione caratterizza la sua prima apparizione nei New 52, pesantemente influenzata dal popolare videogioco Arkham Asylum.

Archi di storia principali

Bane rompe Batman

Bane è fuggito da Hard Rock, insieme ai suoi amici Trogg, Zombie e Bird. Era affascinato da Gotham City, vedendola come la prigione in cui era cresciuto, un luogo dove regnava la paura: in questo caso, la paura di Batman. Bane era convinto che il pipistrello demoniaco che aveva infestato i suoi sogni fin dall’infanzia fosse legato a Batman, e credeva che fosse il suo destino prendere il suo posto come “re”.

Rendendosi conto che un assalto diretto a Batman sarebbe stato sciocco, Bane distrusse le mura del manicomio di Arkham, permettendo a un’orda di suoi detenuti squilibrati, tra cui il Joker, lo Spaventapasseri, il Cappellaio Matto, il Ventriloquo, Firefly, Due Facce e Zsasz, di fuggire a Gotham City.

Mentre Batman passava le settimane e i mesi successivi a radunarli, portandosi allo sfinimento, Bane consolidava il potere nel sottosuolo di Gotham. Quando arrivò il momento, Bane preparò un guanto di sfida con i suoi tre soci per il Cavaliere Oscuro, che sopravvisse a malapena. Poi, quando Batman tornò a Wayne Manor, Bane lo stava aspettando. Il combattimento è stato veloce e unilaterale, dato che Batman non aveva più nulla. Come colpo di grazia, Bane ruppe la schiena di Batman, rendendolo paraplegico.

Bane si è saldamente affermato come dominatore della malavita di Gotham, e non ha visto alcuna sfida. Disperato, Bruce Wayne passa il mantello di Batman a Jean-Paul Valley, noto anche come Azrael. Indossando una sofisticata tuta da battaglia al posto della tradizionale uniforme di Batman, ha combattuto contro Bane e lo ha sconfitto tagliando i tubi che pompavano il veleno nel suo sangue, facendolo andare in grave astinenza. Valley ha poi dato al Bane indebolito un pestaggio feroce, lasciandolo vivo ma rotto.

Nel penitenziario di Blackgate, Bane si riabilita e supera la sua dipendenza da Venom. Poi fugge e inizia un viaggio per svelare il suo passato, in particolare l’identità di suo padre. Prima di lasciare Gotham, incontra un Bruce Wayne altrettanto ringiovanito, che diventa nuovamente Batman. Insieme sconfiggono un gruppo di rapinatori di banche potenziati da Venom. Mentre si separano, Bane afferma di essere “innocente” e che Batman dovrebbe lasciarlo in pace.

La ricerca di Bane del suo padre sconosciuto è iniziata con il suo luogo di nascita a Santa Prisca. Trovando il prigioniero più anziano, che era un prete gesuita, Bane apprende che uno dei quattro uomini potrebbe essere suo padre.

Uno dei sospettati era un rivoluzionario odiato dal governo di Santa Prisca (che sarebbe poi diventato dittatore dell’isola), un altro era un medico americano (che poi si rivelò essere Thomas Wayne), l’altro era un mercenario inglese (Edmund Dorrance, molto prima di essere conosciuto come King Snake), e l’ultimo era un banchiere svizzero. Decidendo di dare una chance al banchiere svizzero, Bane si recò a Roma alla ricerca del suo possibile padre, ma si imbatté nella Lega degli Assassini.

Bane viene reclutato come nuovo braccio destro di Ra’s Al Ghul, tradizionalmente conosciuto come Ubu, e lavora al fianco di Talia Al Ghul e suo padre mentre tramano contro Gotham City e il mondo. Bane impressionò Ra’s, spingendo il signore dei demoni a offrirgli la mano di sua figlia. Tuttavia, la scelta di Bane da parte di Ra era dovuta solo al desiderio della figlia di fare un dispetto al suo vero amore, Batman. Dopo che i tentativi di Ra’s di scatenare il virus Legacy su Gotham fallirono, Bane si sentì umiliato, essendo stato sconfitto dall’uomo che una volta aveva spezzato. In cerca di vendetta trasformando l’amata città di Batman in una terra desolata e irradiata, ha dirottato una centrale nucleare mobile e l’ha diretta verso Gotham. Tuttavia, gli sforzi combinati di Batman, Robin e Nightwing hanno sventato i piani di Bane.

Dopo il suo tentativo fallito di distruggere Gotham City, Bane fuggì e cercò di rifornire le sue risorse vendendo Venom al generale Webez, un futuro sovrano di Santa Prisca. Batman ha mandato Azrael a catturarlo.

All’inizio Azrael prevale, ma Bane viene catturato e rimandato a Gotham City quando Azrael usa la voglia di Venom di Bane contro di lui. Mentre atterrano a Gotham e stanno per consegnarlo alla polizia, si verifica un cataclisma che permette a Bane di fuggire brevemente, prima che Azrael lo insegua di nuovo. Bane cercò di convincere Azrael a unirsi a lui in una vita di crimine, ma Valley rifiutò e, approfittando di una scossa di assestamento, lo imprigionò di nuovo.

Bane si sarebbe presto trovato al servizio di Lex Luthor durante lo stato di Gotham City come No Man’s Land. Nel tentativo di ricostruire e prendere il controllo della città in rovina, Bane viene inviato a distruggere tutti i documenti ufficiali della città. Anche se Bane ci riesce, Lucius Fox scopre le copie dei documenti originali e vanifica i tentativi di Luthor di impadronirsi della città.

Più tardi, Bane incontra il Joker e ne segue una battaglia. Batman interviene e convince Bane che non ci si può fidare di Luthor. Bane lascia Gotham al suo destino. In cerca di vendetta contro Ra’s Al Ghul per il suo recente tradimento, Bane viaggia per il mondo in una campagna per localizzare e distruggere tutte le fosse di Lazzaro.

Poteri e abilità di Bane

L’uomo che ha rotto Batman

Bane ha una delle menti più astute e disciplinate dell’Universo DC. Studiando vari campi scientifici, lingue, strategia, storia, ecc., Bane ha tutti i vantaggi di un’educazione classica. Bane parla correntemente spagnolo, inglese, urdu, persiano e latino. A differenza di altri personaggi intellettuali come l’Enigmista e Lex Luthor, Bane è fermamente concentrato sui suoi obiettivi senza che le tendenze ossessive offuschino i suoi giudizi. Con la sua mentalità coordinata, Bane è stato anche in grado di dedurre l’identità di Batman con poco supporto o ricerca.

Bane ha una memoria fotografica, capace di studiare e leggere facilmente e di comprendere pienamente le azioni e i movimenti fisici di un altro individuo.

Uno dei più grandi successi di Bane da autodidatta è stata la sua grande dedizione a mantenersi in perfette condizioni fisiche. Mentre era in prigione, Bane ha studiato e ideato nuovi metodi di calistenia, meditazione e uno stile di combattimento che usa contro altri noti combattenti di arti marziali nell’Universo DC, spesso con grande successo. Tra i Le vittorie più notevoli sono quelle di Batman (Bruce Wayne), Nightwing (Dick Grayson) e il Maestro di Judo.

Nel corso degli anni, Bane ha costruito la sua mente e il suo corpo al punto che il suo corpo non sopporta molta fatica per la perdita di sonno o di mezzi fisici. Si dice che Bane abbia usato una droga durante il suo periodo in prigione che ha collegato entrambi gli emisferi della sua mente, ma non è chiaro se l’effetto della droga è ancora attivo nel corpo di Bane o no, ma sembra che la possibile combinazione dell’uso di Venom stia ancora avendo i suoi effetti su Bane.

Grazie ai suoi anni di allenamento fisico, anche senza l’uso di Venom, Bane è in grado di avere forza, resistenza, agilità, coordinazione e capacità di combattimento che si paragonano leggermente a quelle di un metaumano. Non è chiaro se Bane possieda o meno un metagen, ma finora è ancora classificato come un umano al suo picco di perfezione fisica e mentale in ogni aspetto.

Oltre alle sue capacità fisiche e mentali, Bane è anche abile nel campo delle armi pesanti e degli esplosivi. Nella maggior parte dei casi, Bane non preferisce usare questo tipo di armi quando affronta qualcuno, ma le usa invece quando cerca di distruggere un edificio o qualsiasi altra costruzione artificiale.

9. Galactus

Villain di marvel ed dc

368.000

Galan è nato sul pianeta di Taa, il pianeta più avanzato nella storia del suo Universo. Galan maturò in uno dei più importanti esploratori e grandi menti di quel pianeta. L’obiettivo principale della sua civiltà era la ricerca di nuove conoscenze. In uno dei suoi numerosi viaggi fu testimone di una “piaga strisciante” che stava apparentemente uccidendo tutti gli organismi multicellulari in quell’universo, Galan volle avvertire il suo pianeta della piaga in arrivo. Quando tornò, era troppo tardi, la peste si stava già avvicinando a Taa. Una volta su Taa, e con tutte le risorse di quel pianeta a sua disposizione, si rese conto che la “piaga strisciante” era una forma di radiazione, che ora avvolgeva l’intero universo, un risultato dell’entropia e della prossima fine dell’universo.

Si rese conto che non c’era speranza di sopravvivenza, così riunì il suo fedele equipaggio, salì a bordo di una potente astronave e corse verso l’Uovo Cosmico dell’universo, la fonte della radiazione. Volevano morire in un tripudio di gloria, una morte degna degli ultimi figli di Taa. Mentre si dirigevano verso il cuore dell’universo, la loro nave fu immediatamente inghiottita. Tutto il suo equipaggio cadde all’istante, ma Galan rimase, percependo una nuova vita, una presenza infinita, che saliva dal nucleo del suo essere. In quelli che sembrarono giorni, la senzienza di quel vecchio universo parlò a Galan e disse: “Ascoltami, ultimo figlio di Taa, io sono la senzienza dell’universo. Quando segnerò il tempo, attirerò tutta la materia del cosmo al mio petto e crollerò sotto il mio peso abissale. Anche se dobbiamo morire entrambi, non dobbiamo morire senza un erede. Vieni, arrenditi al mio abbraccio ardente, diventiamo una cosa sola, lasciamo che la nostra agonia serva da spasimo per una nuova forma di vita!”.

E così, l’incarnazione dell’universo precedente si unì a Galan, e formò l’onnipotente Divoratore di Mondi, Galactus. Quando il vecchio universo morì, collassando su se stesso, il Big Bang si formò ed eruttò, creando l’attuale Universo Marvel, e mandando il metamorfico Galactus e la sua nave a sfrecciare, senza controllo, attraverso lo spazio per eoni incalcolabili.

Un giorno, però, la nave che trasportava Galactus arrivò ad orbitare intorno ad un pianeta, e questo pianeta era l’avamposto di una delle razze stellari di esseri conosciuti come Osservatori. L’Osservatore individuò la nave che aveva preso l’orbita intorno al suo pianeta, e con i suoi prodigiosi poteri telecinetici costrinse la nave a schiantarsi sulla superficie del pianeta. L’Osservatore indagò immediatamente sui rottami e, incontrando Galactus, dichiarò: “Quella mano! Energie al di là di ogni comprensione la attraversano! Cosa, in tutto il cosmo, può aver dato vita ad un tale essere?” Così l’Osservatore decise di studiare l’essere in rapido cambiamento che possedeva energie al di là della sua capacità di comprensione. Tuttavia, Galactus si svegliò prima che l’Osservatore potesse fare molto, ripristinò la sua nave e lasciò l’avamposto dell’Osservatore.

L’astronave vagò per l’universo per secoli finché non entrò finalmente in orbita attorno a un pianeta chiamato Archeopia. All’interno della nave, Galactus lavorava, creando la sua armatura e trasformando la nave stessa in un’incubatrice, che gli avrebbe permesso di raggiungere la maturità e la padronanza del suo impressionante potere. Gli abitanti di Archeopia erano curiosi del contenuto dell’incubatrice, ma non osavano disturbarla, per paura di liberare lo “sconosciuto”. Lì rimase in orbita per secoli, fino a quando una guerra intergalattica portò un’armata nemica ad Archeopia. La flotta, vedendo l’incubatrice di Galactus, ha creduto che fosse un’enorme arma di origine archeopica, così hanno fatto fuoco su di essa, risvegliando Galactus. Galactus uscì rapidamente dal suo sonno e distrusse la flotta con un gesto. Poi si rese conto che ora aveva una Fame incontrollabile, e istintivamente inghiottì Archeopia con quella Fame.

Galactus ha visto la carneficina che ha causato e questo lo ha portato alla disperazione. Cominciò a porsi domande filosofiche sulla propria natura, che un giorno avrebbero avuto una risposta, come tutti sappiamo. Così, con il suo incomprensibile potere, cercò di superare la gloria di Taa dalle ceneri del suo primo atto di distruzione. E così nacque Worldship, che richiese un millennio per essere costruita. Worldship, conosciuta anche come Taa 2, era così grande che interi pianeti le orbitavano intorno. Tuttavia, Galactus deve continuare a vagare nell’universo alla ricerca di nuovi pianeti per saziare la sua fame, perché è il suo dovere cosmico e la tragedia finale che è Galactus. Ed è così che è nato Galactus, onnipotente divoratore di mondi. Guai a tutti i mondi che incontra!

Ora, però, dobbiamo affrontare la storia di Galactus “nel” Marvel Universe. La sua storia è lunga e attraversa l’Universo Marvel dai suoi inizi. Prima che Galactus arrivasse sulla Terra, tentò di nutrirsi sul pianeta Zenn-La, dove un’anima coraggiosa e nobile, conosciuta come Norrin Radd, si diede a Galactus e servì come suo araldo, a patto che risparmiasse il suo mondo natale di Zenn-La. Galactus ha accettato l’offerta e ha mantenuto la sua parola. Recentemente, è stato rivelato che Zenn-La è stata distrutta e svuotata delle sue energie vitali dalla razza aliena conosciuta come l’Altro, e Galactus ritorna per ringiovanire l’involucro che una volta era il mondo natale del surfista. Il Surfer ha poi guidato Galactus sulla Terra, dove ha quasi banchettato, ma per gli sforzi combinati dei Fantastici Quattro e del Silver Surfer (che aveva imparato l’errore dei suoi modi), e Uatu l’Osservatore. Reed Richards (che salvò la vita al Divoratore in un’occasione), leader dei Fantastici Quattro, minacciò Galactus con l’Ultimate Nullifier, che a sua volta costrinse Galactus a ritirarsi. La rabbia di Galactus per il tradimento di Surfer lo ha costretto a erigere una barriera in cui il Surfer

Silver, che possedeva il Potere Cosmico, sarebbe rimasto intrappolato sulla Terra a meno che non avesse scelto di eliminarlo.

Galactus ha avuto molti araldi dopo il Surfer. Airwalker, Firelord, Terrax, Nova e, più recentemente, Morg. Tutti questi araldi si sono rivoltati contro di lui ad un certo punto (“Di questi tempi, un potente divoratore di mondi non può avere un buon aiuto!”). Ma Galactus non è un cattivo ordinario.

È stato conosciuto per aiutare i campioni dell’universo a volte, come nella prova dell’Infinity Gauntlet e Infinity War. Per Galactus, non c’è giusto o sbagliato. Galactus vive di logica ed equilibrio. Egli sta tra la Morte e l’Eternità, ed è necessario per la loro continua esistenza. Galactus attualmente vaga per l’universo, nutrendosi di mondi per saziare la sua fame, e preparandosi a mantenere la sua promessa un giorno. Di quale promessa si tratta? La promessa che restituirà ciò che ha preso? ed esattamente come lo farà resta da vedere!

La nuova miniserie, Galactus: The Devourer, risponderà alle domande su come Galactus possa essere ancora così importante per l’esistenza dell’universo, sul perché Galactus abbia creato Silver Surfer e sul perché abbia bisogno di un araldo. Porterà anche un nuovo membro al numero di araldi che Galactus ha avuto, chiamato Red Shift.

PARAFENALIA:

Specifiche della tuta: materiali alieni che contengono e controllano il suo potere cosmico e la sua fame.

Trasporto: Teletrasporto, telepatia, la Sfera Stellare e a volte lo stesso Taa 2.

Armi personali: potere cosmico ultimo e illimitato.

Armi speciali: La Nave Mondiale può distruggere e deviare le energie planetarie, al suo interno si trova il Nullificatore Finale, un dispositivo in grado di distruggere l’intero universo, che Galactus custodisce.

Progettazione e fabbricazione di armamentario: costruito da Galactus stesso.

Citazione preferita: “Non importa quanti mondi divoro… quante civiltà distruggo… il mio destino è quello di restituire un giorno all’universo… infinitamente di più di quello che ho preso da esso. Così parla Galactus”.

Morto in: Galactus fu dato per morto in Silver Surfer vol. 3 #109, il che, dato che il Marvel Universe stesso esisteva ancora, era totalmente impossibile. Fantastic Four vol. 1 #414 ha mostrato che Galactus è in un flusso extradimensionale, e ha trovato una fornitura infinita di energia cosmica in Hyperstorm, il nipote di Sue e Reed Richards. In What If? 81, Galactus è stato ucciso dagli X-Men superstiti dell’Era di Apocalisse. In questo ridicolo numero, Wolverine ha squarciato Silver Surfer, che è la cosa più assurda che abbia mai visto nei fumetti (e ho visto un sacco di cose assurde nei fumetti, credetemi). È stato ben stabilito che Galactus è una componente fondamentale dell’Universo Marvel, e che l’Universo Marvel cessa quando Galactus cessa, quindi si presume che l’Universo AOA si sia semplicemente fermato un pannello dopo la fine di quella storia dimenticabile.

POTERI E ABILITÀ DI GALACTUS:

Intelligenza: incommensurabile

Forza: incommensurabile (variabile)

Velocità di volo: Velocità di curvatura

Resistenza: Divina (variabile)

Durata: Totalmente indistruttibile (variabile)

Agilità: metaumano

Riflessi: Metahuman

Abilità di combattimento: Non è noto che Galactus si sia mai impegnato in un combattimento puramente fisico.

Capacità e abilità speciali: onnisciente e onnipotente divoratore di mondi.

Poteri fisici sovrumani: Oltre ai suddetti attributi, Galactus può imbrigliare, trasformare e dirigere grandi quantità di energia cosmica per qualsiasi scopo desideri. Galactus può teletrasportarsi all’interno e tra le dimensioni sotto il suo potere personale. Galactus ha dimostrato che può permettere alla sua “Fame” di consumare interi mutlivers, oltre ad avere tutte le abilità dei suoi araldi, in misura maggiore, e poi altre.

Poteri mentali sovrumani: Galactus ha dimostrato capacità psioniche, i cui limiti sono sconosciuti.

Limitazioni speciali: deve divorare interi mondi per sopravvivere.

Fonte di poteri sovrumani: Galactus semplicemente è, la sua natura è al di là della comprensione dei mortali.

10. Magneto

Magneto villain marvel

368.000

L’uomo ora conosciuto come Magnus ha trascorso la sua prima adolescenza imprigionato con la sua famiglia nel campo di sterminio nazista di Auschwitz, in Polonia. Unico membro della sua famiglia a sopravvivere al campo, Magnus imparò qui la brutalità con cui gli esseri umani potevano trattare le minoranze che consideravano diverse. Dopo la seconda guerra mondiale, Magnus sposò una donna di nome Magda ed ebbero una figlia, Anya. Quando una folla ha impedito a Magnus di salvare Anya dalla morte in un incendio, ha usato i suoi poteri per distruggerli tutti per vendetta.

Terrorizzata dai poteri del marito e dalle minacce di vendetta contro l’umanità, Magda fuggì, senza mai rivelargli che era incinta. Sembra che sia morta poco dopo aver dato alla luce due gemelli, Wanda e Pietro.

Alla fine, Magnus partì per Israele, dove lavorò come inserviente volontario in un ospedale psichiatrico e dove incontrò e fece amicizia con Charles Xavier. Magnus e Xavier hanno spesso discusso la questione della coesistenza dei mutanti con il resto dell’umanità.

Dopo che i due uomini hanno unito le forze per salvare la sua amica Gabrielle Haller dal Barone Strucker e dai suoi agenti dell’Hydra, Magnus è partito per parti sconosciute. Dopo essere stato tradito dagli agenti dell’intelligence con cui lavorava, Magnus iniziò a pianificare la sua campagna contro la razza umana.

Anni dopo, Magnus riemerse come Magneto, che era determinato a conquistare la razza umana per impedire la sua oppressione dei mutanti. La squadra originale degli X-Men di Xavier ha ostacolato la sua prima mossa pubblica nella loro guerra contro l’umanità, il sequestro della base missilistica di Cape Citadel.

Quando si scontrarono di nuovo, Magneto stava guidando la sua originale Fratellanza dei mutanti malvagi, che includeva Wanda e Pietro, ora conosciuti come Scarlet Witch e Quicksilver.

Fu solo anni dopo che Magneto apprese che erano in realtà i suoi figli. A un certo punto, Magneto ingegnerizzò geneticamente un essere chiamato Alpha, l’Ultimate Mutant, che si ribellò contro di lui e trasformò Magneto in un bambino. Xavier affidò il bambino alle cure della sua collega Moira MacTaggert, che manipolò la mente del bambino nella speranza che diventasse un uomo migliore.

Anni dopo, Davan Shakari, alias Eric il Rosso, un agente degli alieni Shi’ar, trasformò nuovamente Magneto in un adulto, anche se più giovane di prima. In seguito, Magneto si impegnò in una serie di battaglie con la nuova squadra degli X-Men di Xavier.

Tuttavia, la manipolazione della mente di MacTaggert ha avuto un effetto ritardato. Magneto ebbe una crisi di coscienza, abbandonò i suoi piani di conquista del mondo e divenne un alleato degli X-Men.

Quando si trovò in fin di vita, Xavier chiese a Magneto di occuparsi della sua Scuola per giovani dotati. Xavier fu poi portato nello spazio per essere curato dalla scienza Shi’ar, e Magneto divenne il mentore dell’ultimo gruppo di studenti di Xavier, i Nuovi Mutanti.

Tuttavia, con il tempo, la vecchia personalità di Magneto cominciò lentamente a tornare. Ha abbandonato i Nuovi Mutanti e si è alleato con i nemici degli X-Men nel Hellfire Club. Per un certo periodo, lui e l’X-Man Rogue hanno sviluppato una stretta relazione nella Terra Selvaggia. Alla fine, Magneto riprese la sua guerra contro la razza umana e gli X-Men, e raccolse intorno a sé una nuova squadra di servi mutanti, gli Accoliti, che praticamente lo veneravano.

Nella sua battaglia finale con gli X-Men, Magneto ha usato i suoi poteri per estrarre le molecole di adamantio dallo scheletro di Wolverine, causandogli una tremenda agonia. Infuriato, Xavier usò i suoi poteri mentali per spegnere la mente di Magneto. Per un certo periodo, gli Accoliti si presero cura di Magneto nella loro base orbitale, ma quando questa fu distrutta, Magneto tornò sulla Terra.

Più tardi, apparve un uomo amnesico che si faceva chiamare Joseph, che possedeva poteri sul magnetismo e sembrava Magneto se avesse ancora vent’anni.

Si unì agli X-Men, che lo credevano Magneto, in qualche modo ringiovanito e riformato. Joseph stesso arrivò a credere di essere Magneto, finché il vero Magneto non riapparve e ha ricominciato la sua campagna di terrore contro la razza umana. Inoltre, anche se gli X-Men erano arrivati a credere che Magneto fosse in realtà un uomo chiamato Erik Magnus Lehnsherr, fu rivelato che Lehnsherr era una falsa identità che Magneto aveva assunto per nascondere la sua vera identità. Le vere identità di Magneto e Joseph rimangono per ora un mistero.

Altezza: 5’11”.

Peso: 86kg.

Occhi: grigio-blu

Capelli: bianchi

Poteri e abilità di Magneto

Altre caratteristiche distintive: Magneto è stato letteralmente ringiovanito da Alpha the Ultimate Mutant, quindi nonostante la sua età cronologica molto più avanzata, sembra essere ancora un uomo relativamente giovane.

Livello di forza: Magneto può usare i suoi poteri magnetici per aumentare la sua forza fisica fino alla classe 100 (la capacità di sollevare oltre 100 tonnellate).

Poteri sovrumani conosciuti: Magneto è un mutante con il potere sovrumano di controllare il magnetismo. Può modellare e manipolare i campi magnetici che esistono naturalmente o artificialmente. Tuttavia, non è chiaro se deve attingere la forza magnetica dall’esterno (se è così, può farlo su grandi distanze), o se può anche generare la forza magnetica dal suo interno. Non è inoltre chiaro se il potere di Magneto sia di natura psionica o puramente fisiologica.

Mentre il potere di Magneto non è al livello di Silver Surfer nel suo primo periodo, a tutti gli effetti è illimitato. Anche prima del suo ringiovanimento, Magneto ha lanciato una volta un cargo di 30.000 tonnellate a 50 piedi in aria da una distanza di 91 metri.

Inoltre, Magneto può usare i suoi poteri magnetici in più di un modo contemporaneamente. Può assemblare completamente una macchina complicata in pochi secondi grazie ai suoi poteri. Può creare campi di forza magnetici con un alto grado di impenetrabilità intorno a sé per proteggersi. Anche se Magneto spesso gesticola quando usa i suoi poteri magnetici, può utilizzarli pienamente anche stando completamente immobile semplicemente concentrandosi.

Anche se il potere primario di Magneto è il magnetismo, sembra avere qualche capacità di proiettare o manipolare qualsiasi forma di energia legata al magnetismo. In passato ha sparato un dardo di elettricità, ha anche creato un calore abbastanza intenso da distruggere una porta di metallo.

Il calore, o radiazione infrarossa, fa parte dello spettro elettromagnetico, che comprende anche la luce visibile, le onde radio, la luce ultravioletta, i raggi gamma e i raggi X. Magneto può essere in grado di proiettare uno di questi. È stato anche mostrato mentre crea un campo antigravitazionale, e presumibilmente lo fa ogni volta che fa levitare un oggetto non magnetico.

Pertanto, Magneto può essere la prova vivente della teoria del campo unificato, a lungo ricercata, che tutte le forme di energia sono collegate. Tuttavia, Magneto usa quasi sempre solo il magnetismo, quindi potrebbe trovare più difficile manipolare altre forme di energia.

Negli anni precedenti, Magneto ha apparentemente mostrato poteri di proiezione astrale e telepatia, e ha affermato di essere in grado di controllare le menti degli altri. Tuttavia, le sue capacità in questo senso sono minime, forse sufficienti a proteggerlo da telepati più potenti, ma non di grande utilità.

La capacità di Magneto di esercitare efficacemente i suoi poteri sovrumani dipende dal suo stato fisico. Quando è gravemente ferito, il suo corpo non è in grado di sopportare lo sforzo di manipolare grandi quantità di forze magnetiche.

Abilità: Magneto è un esperto in manipolazione genetica e ingegneria, con conoscenze che vanno ben oltre quelle della scienza contemporanea. Può essere un genio in questi campi. Può mutare gli umani per dare loro poteri sovrumani, o creare cloni adulti di umani e poi manipolare la struttura genetica di questi cloni durante il loro sviluppo (vedi Mutanti della Terra Selvaggia). Grazie ai dischi e alle attrezzature di Maelstrom, ha imparato a creare esseri viventi artificiali.

Magneto ha anche padroneggiato molti campi tecnologici: per esempio, ha progettato aerei e veicoli spaziali alimentati magneticamente, robot e computer complessi, e generatori alimentati magneticamente.

Magneto ha solo una conoscenza rudimentale del combattimento corpo a corpo.

Armi: Magneto si basa principalmente sui suoi poteri naturali, anche se a volte ha usato dispositivi magnetici di sua progettazione, come la sua macchina per indurre terremoti ed eruzioni vulcaniche a distanza. Magneto usava dispositivi meccanici per aumentare i suoi poteri, ma dal suo ringiovanimento non ne ha più bisogno.

NOTA: Ian McKellen lo ha interpretato nei film degli X-Men.

Spero che ti piaccia questa lista di villain Marvel e Dc, se vuoi ora puoi vedere la lista dei supereroi più popolari o delle donne Marvel e Dc.